Il 10 marzo 2016, alle ore 17, nella nuova Sede dell’Associazione culturale SarteanoViva in Via Garibaldi n. 16, sempre dotata di una biblioteca di prestito libri di oltre 5.000 volumi, si è svolto l’incontro “Parliamone” incentrato sul  70° anniversario  del primo voto delle donne in Italia.

            Per ricordare la lunga   storia del suffragio universale e l’impegno dei movimenti femminili, fuori e dentro ai partiti  la Prof.ssa Giuseppina Mostardi ha magistralmente condotto l’incontro, coinvolgendo  i presenti in un dibattito  che ha visto  vivaci interventi tra gli oltre trentacinque partecipanti, tra cui quelli di Rosanna Pugnalini e di Luisa Gandini.    

            Il clima culturale e politico  dell’epoca  è stato ricreato attraverso  la lettura di alcuni brani del libro “Il 1946, le Donne, la Repubblica” di Patrizia Gabrielli, storica dell’Università di Siena, che raccoglie documenti e testimonianze  delle protagoniste impegnate per l’uguaglianza dei diritti. Donne diverse per età e appartenenze politiche, laiche e cattoliche, tutte unite  per   la parità di genere e l’emancipazione femminile. Non sono mancate le voci contrarie al voto in quegli anni, articoli di  stampa e quotidiani con opinioni anche di noti esponenti del cinema e del teatro, tutti convinti che la politica potesse distrarre le donne dalle cure familiari.

            Il dibattito si è concluso con riflessioni sull’attuale condizione  delle donne in politica e nelle istituzioni dove è emerso che, malgrado i progressi avvenuti,  la strada dell’uguaglianza reale, ieri come oggi, è ancora lunga. Un monito per non dimenticare  che  una  “democrazia compiuta” ha bisogno  delle donne come le donne della democrazia.  

            Dato il successo di questa lodevole iniziativa dell’Associazione non possiamo che augurarci che facciano seguito altri momenti di confronto sui vari temi che appassionano i nostri concittadini e che, difficilmente, trovano luoghi accoglienti come questo per un proficuo scambio di idee.

Vai all'inizio della pagina